martedì 16 aprile 2013

Incontro collezionisti ed amanti dei bottoni

14-04-2013 al Museo del Bottone di Santarcangelo si sono riuniti i collezionisti ed amanti dei bottoni.
Vi dico subito che è stato un bellissimo ed interessante incontro sotto tutti gli aspetti.
Il bottone è stato il vero protagonista di questo evento unitamente alla cordialità e disponibilità degli intervenuti, che appena si sono conosciuti sono subito diventati amici. 
Al convegno non vi erano solo bottoni antichi ma anche bottoni moderni come questi di ceramica finemente lavorati con fantasia da Elena e Laura di Udine: Bottoni e non solo, regalati al Museo, unitamente ad un bottone di ceramica commemorativo del convegno. 
Alle ore 10:15 finite le presentazioni e i doni reciproci il gruppo inizia a fare la visita al borgo vecchio. La prima tappa per conoscere l’arte del bello di Tonino Guerra.
Un bellissimo angolo del borgo con l’ultima porta a nord,  difensiva prima della Rocca. 
Poi il Campanone che svetta in un cielo azzurro e che da lontano annuncia dove si trova Santarcangelo, oltre a ricordare il passare del tempo ai santarcangiolesi. Di seguito il castello, le viuzze particolari rimaste come una volta, il panorama e tante altre suggestioni. 
Alla fine nella grotta monumentale del 300 ac. che serviva per mantenere il vino.
A questo punto alle 11:30 entrano in gioco l’oggetto dell’incontro “ i bottoni “. Si parte dalla visita al Museo dove ho illustrato e i reperti, ma soprattutto l’importanza del bottone nella società dal 1600 ai tempi nostri. Il bottone ha tante facce di lettura ed è in grado di raccontare il rapporto fra bottoni ed umanità sotto tutti gli aspetti della vita sociale.
Come ogni incontro alle 12:30 il popolo dei convenuti  ha fame e a pochissimi passi del Museo abbiamo un ristorante di prima qualità Lazaroun. Siamo stati accolti con calore e ci hanno servito dei piatti della cucina romagnola veramente eccezionali. La conclusione dopo il dolce, ci ha anche fatto assaggiare la famosa ciambella, era ancora calda, il tradizionale dolce delle feste in Romagna. 
Ore 15:00 inizia il grande mercatino dei bottoni fra collezionisti sotto il portico di fronte all’ufficio turistico di Santarcangelo, (a 100 metri dal Museo del Bottone), messo a disposizione con tavoli e panche dalla Pro Loco che si ringrazia.
Qui si capisce subito l’importanza del bottone ed il valore storico, artistico , culturale dei bottoni guardando i pezzi che hanno cambiato proprietario. Alcuni: 
Bottone giapponese del 1600 in avorio rifinito con madreperla e pietre dure
Il bottone è del 1700 ceramica smaltata  a più colori con una fila di chiodi in acciaio e carbonio la cui testa è stata martellata a mano fino a quando ha preso la forma del diamante. Poi inserite nell’apposita sede.
250 anni fa questo bottone  sembrava  guarnito di diamanti. Il 1700 era l’epoca in cui tutto doveva brillare non solo le menti ma anche le cose materiali.
Bottone piccolissimo del 1700 in metalli dorato con smalto. E’ proprio micro.
Il signore che ha in mano quei tre bottoni  ne è diventato proprietario. I due nel cartoncino sono i famosi Sat Suma giapponesi di metà del 1800. Maiolica con lavorazione a mano
ed anche in oro. Sat Suma è una zona del Giappone dove non vi era nulla. Sono state scoperte delle miniere di caolino, materia prima per le maioliche, in poco tempo è diventata la manifattura più famosa al mondo.
Nei loro colori mettono la polvere d’oro. L’altro bottone è un cammeo fine 1800 montato su ottone. 
La scelta di una collezionista. Non potendo descrivere tutti i bottoni che hanno cambiato proprietario, con questi esempi si vuole sottolineare l’importanza ed il livello dei collezionisti presenti.
Alle ore 18:00 ci siamo salutati tutti contenti e soddisfatti con la voglia e la promessa di fare dell’incontro un appuntamento fisso annuale.
Si ringraziano tutti coloro che sono intervenuti e coloro che sono stati impossibilitati ad essere presenti, li aspettiamo nell'aprile 2014.
16/04/13 La Voce di Romagna (clicca sull'immagine per ingrandire e leggere l'articolo)
Qui potete vedere le foto scattate domenica durante l'incontro dei collezionisti: 14/04/13 Santarcangelo di R. - Museo del Bottone

4 commenti:

  1. Grazie per il racconto della giornata, non c'ero ma è stato come esserci... <3
    un abbraccio
    Ilaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatto ti ho pensato e mi sono detto, se vi era Ilaria avrebbe scattato una miriade di foto. Una abbraccio
      Giorgio

      Elimina
  2. Giornata che, in modo molto simile, ho vissuto un anno fa. Bellissimo!

    RispondiElimina
  3. Si Sandra telo avevo comunicatio che il canovaccio dell' icontro era stato preso da quello di anno scorso con i Blogger. Questa volta vi è stata la continiuzione dopo pranzo ed è stata bellissima a vedere ed a contrattare i bottoni e che bottoni !!!.
    Ciao grazie
    Giorgio

    RispondiElimina

Attaccate il vostro bottone: